";La verità sull'agenda rossa di Paolo Borsellino"

Posted on date Dom, 07/02/2010 - 00:00 by admin

Domenica 7 Febbraio 2010 - Comunicato Stampa "Paesi Etnei Oggi"

Rabbia e commozione. Ma soprattutto rabbia. Quella di un uomo che cerca giustizia per il proprio fratello. E´ il grido di Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, il magistrato ucciso il 19 luglio 1992 da un´autobomba fatta brillare in via D´Amelio a Palermo. La sua indignazione ha risuonato tra le mura nella Casa del Vendemmiatore nel corso del convegno dal titolo "La verità sull´agenda rossa di Paolo Borsellino. Mafia e Stato: verbo o congiunzione?", organizzato dal Comune di Santa Venerina ­ Assessorato alle Politiche Giovanili retto da Angelo Silvio Musmeci insieme ad Azione Giovani di Santa Venerina presieduta da Rosario Murabito fattivamente collaborato da Sebastian Zappulla, e l´associazione Addio Pizzo di Catania presieduta da Rosario Lupo.

«Sisma», subito 80 milioni

Posted on date Ven, 05/02/2010 - 14:20 by admin

Venerdì 05 Febbraio 2010 – Orazio Vecchio – Giornale "La Sicilia"

Ieri incontro a Palermo. Lombardo al comitato dei sindaci: «Per i fondi insisterò con Bertolaso»

 SANTA VENERINA. - Subito 31 milioni necessari all´edilizia privata e 49 milioni per le opere pubbliche. Quindi la copertura della direttiva che riguarda gli edifici danneggiati ma agibili e il rimborso agli enti locali per il mancato introito fiscale. è questo il piano in due fasi che il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, commissario delegato per l´emergenza, ha concordato ieri con la delegazione del comitato dei sindaci dei Comuni colpiti dal terremoto del 2002.

CALTAGIRONE: Via Cavallitti, a breve il decreto di finanziamento per le demolizioni controllate ...

Posted on date Dom, 24/01/2010 - 17:58 by admin

Domenica 24 Gennaio 2010 -Articolo tratto dal periodico telematico  L´Eco delle Aci.it

CALTAGIRONE. – Potranno diventare a breve realtà i lavori urgenti per le demolizioni controllate e la messa in sicurezza dell'area circostante la via Cavallitti. E potranno così finire gli incubi dei residenti.
“Date le vostre reiterate richieste d'intervento e considerato che, a seguito delle piogge del dicembre 2008 e gennaio 2009 e al verificarsi dei crolli di alcune palazzine già danneggiate e inagibili, il Comune di Caltagirone ha trasmesso, il 13 febbraio 2009, il progetto di messa in sicurezza dell'area in questione, si assicura all'Amministrazione comunale di Caltagirone che, non appena l'avvio dell'anno finanziario consentirà l'assunzione degli impegni di spesa, questo Dipartimento procederà all'emissione del relativo decreto di finanziamento per un importo complessivo di 319 mila euro”.

Aci Castello: Sarà referendum per il lungomare

Posted on date Dom, 24/01/2010 - 17:57 by admin

Domenica 24 Gennaio 2010 - Giuseppe Caltabiano - L´Eco delle Aci.it

Entro fine maggio 2010, probabilmente domenica 23, i cittadini del comune di Acicastello saranno chiamati alle urne per pronunciarsi in merito al collegamento tra il lungomare castellese e quello trezzoto, separati dal “Lido dei Ciclopi”.

Il lungomare di Aci Castello separato da Aci Trezza dal lido dei ciclopiACI CASTELLO. – Ad annunciare ciò è stato il primo cittadino, Filippo Drago, nel corso di una conferenza stampa.

Le procedure per la votazione, che si svolgeranno dalle 8 alle 22 e per le quali saranno spesi 10 mila euro, si terranno nelle quattro frazioni, presso alcuni immobili comunali non ancora precisati in modo da non condizionare il normale svolgimento delle lezioni scolastiche.

Pericolo dissesto: il CODACONS avvia la prima "class-action" nel catanese

Posted on date Dom, 24/01/2010 - 17:56 by admin

Domenica 24 Gennaio 2010 - Antonio Carreca - L´Eco delle Aci.it

Una veduta del castelloACI CASTELLO. – Nei giorni scorsi il segretario nazionale del CODACONS, Francesco Tanasi, ha annunciato l'avvio della prima “Class Action” in provincia di Catania contro la Pubblica Amministrazione.

Attraverso la class action si chiede al responsabile del Dipartimento della Protezione Civile, al sindaco di Aci Castello, alla Provincia Regionale di Catania e alla Regione Sicilia di mettere in sicurezza, entro il termine di 90 giorni, alcune zone a rischio frana già individuate dalle pubbliche autorità nel comune di Aci Castello (ne abbiamo parlato negli scorsi numeri dell’ECO) e di disporre un risarcimento in favore degli abitanti di queste zone a rischio, per i pericoli corsi ancora oggi a causa del dissesto del territorio.

Aci Castello: lavori in via Spagnola

Posted on date Dom, 24/01/2010 - 17:49 by admin

Domenica 24 Gennaio 2010 - Giuseppe Caltabiano - L´Eco delle Aci.it

ACI CASTELLO. – Abbiamo vinto una battaglia, ma la guerra continua.

Aldilà della metafora bellica, siamo felici di poter comunicare un primo significativo traguardo relativo ai lavori di messa in sicurezza di via Spagnola, ad Acitrezza (si vedano a riguardo gli articoli del 29/11 e del 6/12/2009).

Nella giornata di venerdì 22, il Comune di Acicastello ha infatti ricevuto l'autorizzazione da parte del Genio Civile a procedere ad alcune operazioni per il risanamento della zona già dalla prossima settimana.

ASD Royal Catena -€“ ASD Indico Club 2-3

Posted on date Mar, 19/01/2010 - 16:41 by admin

Martedì 19 Gennaio 2010 - Articolo tratto dal periodico telematico  L´Eco delle Aci.it

(15-25; 25-14; 14-25; 25-22; 14-16) 

ACI CATENA. – È stato un derby all’insegna dello spettacolo quello giocato dalla Royal Catena e dall’Indigo Club. Le due squadre hanno dato vita ad un match entusiasmante dove non è mancato agonismo e cattiveria sportiva, che ha sicuramente contraddistinto tutta la gara ed entusiasmato il numeroso pubblico accorso, trasformando la palestra di via Europa in una piccola bolgia. Sia una che l’altra squadra potevano portare a casa la vittoria, con le padrone di casa che possono recriminare con loro stesse per non essere entrate completamente in partita nel primo set, sbagliando innumerevoli battute, e per non aver chiuso le ostilità al tie break sul 14-12, vedendosi annullare ben due palle set dalle brave ospiti, che confermano così il secondo posto in classifica.

Bufardeci: "L'agricoltura siciliana non ha bisogno di una guerra tra i produttori"

Posted on date Dom, 17/01/2010 - 22:59 by admin

Domenica 17 Gennaio 2010 - Articolo tratto dal periodico telematico - L´Eco delle Aci.it

L'Assessore interviene dopo le polemiche per il servizio di "Striscia la notizia"

“L’ultima cosa di cui l’agricoltura siciliana ha bisogno è una guerra tra produttori”. Lo ha detto l’assessore regionale alle risorse agricole Titti Bufardeci, che ha posto così un argine alle polemiche sorte dopo la puntata di “Striscia la notizia”, dedicata alle arance rosse di Sicilia. “Di sicuro il programma di Ricci non ha reso un buon servizio alla Sicilia, perché il messaggio che ha trasmesso è fuorviante rispetto al complesso patrimonio agrumicolo della nostra regione, ma resto convinto della buona fede di chi ha realizzato il servizio giornalistico.

Aci Castello: il problema parcheggi e viabilità

Posted on date Dom, 17/01/2010 - 16:29 by admin

Domenica 17 Gennaio 2010 - Giuseppe Caltabiano -  L´Eco delle Aci.it

Il parcheggio di via Battisti
Via Re Martino

ACI CASTELLO. – Migliorare la viabilità e rendere più sicuro il paese nelle ore notturne. Sono queste le richieste sottoposte dagli esercenti all'attenzione dell'amministrazione comunale, durante l'incontro di martedì 12 gennaio. Al confronto, tenutosi nella sala conferenze del municipio, erano presenti, oltre ad una folta delegazione di commercianti castellesi, il sindaco, on. Filippo Drago, diversi consiglieri, il comandante della stazione dei Carabinieri, mar. Gianfranco Cava, e il comandante dei vigili urbani, Francesco D'Arrigo.

Volley Femminile: netta vittoria dell'€™ASD Liberamente Acicatena sul Libertas Volley Messina

Posted on date Dom, 17/01/2010 - 16:29 by admin

Domenica 17 Gennaio 2010 - Alessandro Petralia - L´Eco delle Aci.it

 ACI CATENA. – Testacoda in questa settima giornata di campionato di serie D femminile (girone D), in cui la capolista ASD Liberamente Acicatena, a punteggio pieno, ha affrontato in casa il Libertas Volley Messina, ultima in classifica con neanche un set all’attivo. Il pronostico, tutto dalla parte della squadra di casa, non è stato disatteso e presso la palestra delle scuole medie di Acicatena il match non ha avuto storia. Poco più di sessanta minuti di gioco: 25-11 / 25-14 / 25-12 il risultato dei tre parziali, in cui la squadra ospite, arrendevole e tecnicamente modesta, non ha mai impensierito lo squadrone catenoto.

Pagine